Termini dalla M alla P

M

Rivestita a macchina: Carta patinata in macchina durante il processo di produzione, su uno o due lati.

Machine Direction (Direzione macchina): La direzione della carta parallela al suo avanzamento sull'impianto di produzione della carta.

Machine Finish (Finitura in macchina): La finitura applicata sull'impianto produttivo della carta. La finitura è un disegno tipo tessuto o vergato e, per quanto riguarda il grado di liscio, è una via di mezzo tra la finitura tipo Vellum e la finitura tipo inglese. La finitura viene solitamente definita MF (finitura in macchina).

Magenta: Uno dei quattro colori primari per la stampa. Uno dei colori primari sottrattivi la cui tinta è utilizzata per uno dei quattro inchiostri usati per l'elaborazione dei colori. Riflette la luce blu e rossa e assorbe la luce.

Mandrel (Mandrino): L'anima intorno alla quale la carta, il tessuto o la fibra di vetro impregnata di resina sono avvolti per formare rotoli di varie dimensioni. Nell'estrusione, il dito centrale di un tubo o fustella.

Mandrel Hold (Tenuta su piccoli diametri): La capacità di aderire a una superficie curva o di raggio ridotto. La tenuta su piccoli diametri è la resistenza del materiale allo "sbandieramento" o alla formazione di "alette rigirate verso l'alto".

Mass (Massa): Talvolta utilizzato come altro nome dell'adesivo.

Matrix (Matrice): Scala, scheletro, sfrido. Facciata e strati di adesivo di una costruzione autoadesiva che vengono asportati dal contorno di un'etichetta dopo la fustellatura.

Matte Finish (Finitura opaca): Una finitura non brillante. Una superficie che subisce un trattamento per modificarne la finitura da lucida a opaca.

MD: Durabilità media

MDO: Orientato in direzione macchina

Pasta meccanica: Nella realizzazione della carta, la pasta di legno viene ottenuta sminuzzando meccanicamente i pezzetti o le schegge di legno. È utilizzata principalmente per i giornali ed è un ingrediente base per la produzione di carte di livello qualitativo basso.

Memoria: La proprietà di un materiale che tenta di tornare alla sua forma originale dopo essere stato deformato.

Metallized Film (Film metallizzato): Un film plastico o resinoso rivestito su un lato con uno strato molto sottile di metallo.

Migration (Migrazione): Il movimento di uno o più componenti di un prodotto autoadesivo attraverso il substrato o il materiale frontale; il movimento di uno o più componenti del materiale frontale o del substrato attraverso l'adesivo o l'inchiostro.

Mils (mil): Usato nella descrizione degli spessori del rivestimento dell'adesivo. Il termine significa migliaia di pollici.

Minimum Application Temperature (Temperatura minima di applicazione): La temperatura più bassa alla quale un adesivo avrà efficacia.

Moisture Content (Contenuto di umidità): Percentuale di umidità. L'umidità presente in un materiale, determinata da metodi specificati.

Moisture Resistant (Resistente all'umidità): La proprietà di un foglio che resiste all'assorbimento o al passaggio dell'umidità. Si ottiene solitamente aggiungendo dei collanti.

Monomer (Monomero): Il blocco costruttivo di base da cui è costituita una catena di polimeri. Molte molecole di monomeri si uniscono chimicamente per formare il polimero.

Mottle (Chiazza): Colorazione, rivestimento o stampa non uniforme di un materiale frontale.

N

NA: Non adesivo

Con colorazione naturale: Riferito a carte i cui colori risultano dalla natura del materiale utilizzato senza l'aggiunta di sbiancanti o sostanze coloranti. Nel caso della carta Kraft, il colore naturale è un marrone rossiccio o marrone chiaro.

Natural Resins (Resine naturali): I prodotti ottenuti dalle essudazioni degli alberi e talvolta utilizzati come adesivi, rivestimenti o basi per sigillanti. Le resine naturali comuni sono copali, damar, acaroidi in gommalacca, sandracca, colofonia e mastice.

Natural Rubber (Gomma naturale): Derivata dal lattice degli alberi della gomma. Conferisce le proprietà di adesività e adesione ai prodotti autoadesivi.

NIS: Non scansionabile a infrarossi

NK: Kraft naturale (marrone)

Non bloccante: Riguardante un adesivo applicato su se stesso e/o ad altre superfici in condizioni di stoccaggio normali.

Non-Impact Printing (Stampa non a impatto): Comprende diversi processi di stampa tra i quali quello termico (diretto e indiretto), a getto d'inchiostro e toner.

Non-Oriented Film (Film non orientato): Film che non è stato sottoposto a stiramento per allineare le catene di polimeri e migliorarne le proprietà.

Non-Woven Materials (Materiali non tessuti): Tessuti cartacei uniti tra di loro in modo casuale o materiali sintetici incollati tra loro con una pressione a caldo o con sostanze resinose.

NTC: Senza rivestimento superiore

Nylon: Una plastica resistente che può essere utilizzata come film dall'elevata resistenza all'olio e ai gas o sottoforma di filamenti per la produzione di regge ad elevata resistenza.

O

Offset: Set-off. Un difetto caratterizzato dal parziale trasferimento di inchiostro da una superficie appena stampata a una superficie adiacente come quella di un altro foglio di carta.

Offset Printing (Stampa offset): Un processo di stampa indiretta in cui un carattere o un disegno viene stampato su un cliché piatto poi trasferito su cilindro in caucciù e da questo alla carta.

Olefins (Olefine): Un gruppo di idrocarburi insaturi con formula bruta CnH2n e denominati secondo le paraffine corrispondenti mediante aggiunta di "ene" o "ilene" alla radice della parola. Alcuni esempi sono l'etilene e il propilene.

Oozing (Trasudazione): Una "compressione verso l'esterno" dell'adesivo dal liner, che si verifica quando il nastro è in rotolo e i bordi dello stesso diventano appiccicosi.

Opacity (Coprenza): La proprietà della carta o del film che evita il "trasparire" di una stampa scura presente sul retro del materiale stesso o sulla superficie a contatto con esso. È l'opposto della trasparenza.

Opaque Ink (Inchiostro coprente): Un inchiostro che nasconde tutti i colori al di sotto di esso.

Orange Peel (Buccia d'arancia): L'aspetto puntinato di una superficie. Piccole protuberanze e avvallamenti arrotondati causati dal flusso irregolare del liquido nel rivestimento o nella stampa.

Orientamento: L'allineamento della struttura cristallina in materiali polimerici in modo da produrre una struttura altamente uniforme. È possibile ottenerlo mediante trafilatura a freddo o stiramento durante la fabbricazione.

Outgas (Degasare): Vaporizzazione di un solido o di un liquido sottoposto a calore. Il degassamento può verificarsi in alcune plastiche e in stabilimenti non sufficientemente asciutti; ciò provoca un malfunzionamento dei film che vi sono applicati.

Overcoating: Nell'estrusione, la pratica di estrudere una bobina oltre i bordi del substrato.

Overlaminating (Sovralaminazione): Applicazione di un film trasparente ad una grafica allo scopo di proteggerla o migliorarne la qualità.

Overlap (Sovrapposizione): Etichettatura avvolgente di un contenitore in cui un'estremità dell'etichetta si sovrappone all'altra.

Oxidation (Ossidazione): La reazione chimica riguardante il processo di combinazione con l'ossigeno per formare un ossido; il deterioramento di un film adesivo dovuto all'esposizione atmosferica; la rottura di un adesivo a caldo dovuta a un riscaldamento prolungato e alla formazione di ossido.

P

Pallet: Un dispositivo a piattaforma portatile sul quale è possibile caricare la carta per l'immagazzinamento e/o il trasporto.

Carta: Una formazione omogenea di fibre principalmente di cellulosa in una sospensione d'acqua, che sulla tavola di formazione della macchina vengono legate insieme tramite intreccio delle fibre stesse e con l'aggiunta di agenti leganti.

Pattern Coating (Disegno di rivestimento): Fa riferimento alla larghezza e alla spaziatura della posa dell'adesivo, parallela alla direzione macchina, sulla larghezza di un materiale autoadesivo durante la sua produzione.

Pattern Gum (Disegno di adesivizzazione): Un rivestimento di adesivo che alterna strisce adesive/non adesive parallelamente alla direzione macchina. Le aree di non adesivo sono frequentemente utilizzate come "linguette di sollevamento" per etichette per il prelievo di ordini.

Pattern Release (Siliconatura su disegno): Strisce alternate con presenza/assenza di rivestimento di rilascio applicate in modo selettivo in direzione macchina; ciò determina un legame permanente del materiale frontale/liner di rilascio nelle aree in cui il rivestimento di rilascio è assente.

PCW: Raccolta differenziata

PE: Polietilene

Adesione al distacco: Forza di adesione. L'adesione al distacco è la forza necessaria per spostare un'etichetta autoadesiva da un pannello standard di test con un'angolazione e a una velocità specificati, dopo che l'etichetta è stata applicata al pannello di test in condizioni specifiche.

Penetration (Penetrazione): Passaggio dell'adesivo attraverso la carta. Variazione dell'aspetto del materiale frontale a causa della migrazione di uno o più componenti dall'adesivo o dal substrato.

Perforation (Perforazione): Serie di piccoli tagli eseguiti nelle etichette e/o sul liner di rilascio per facilitare la rottura lungo una linea predeterminata.

Permanent Adhesive (Adesivo permanente): Un adesivo caratterizzato da un'adesione finale relativamente elevata su un'ampia varietà di superfici.

PET: Poliestere

Prelievo: La qualità della carta relativa alla tendenza delle fibre o particelle ad essere tolte dalla superficie del foglio quando la carta viene rimossa da superfici appiccicose quali i cliché di stampa.

Picking: Il sollevamento della superficie della carta durante la stampa. Si verifica quando la forza di estrazione (adesività) dell'inchiostro è maggiore della forza della superficie della carta.

Pigment (Pigmento): Negli inchiostri di stampa, le particelle solide fini utilizzate per dare colore, corpo o coprenza.

PK: Poly Kraft

PLA: Acido polilattico

Plastica: Una delle molte sostanze ad elevata concentrazione di polimeri, tra le quali prodotti naturali e sintetici, ma non le gomme. La plastica ha la proprietà di fluire e di essere pressata o allungata, se necessario, per portarla alla forma finale desiderata.

Plasticizer (Plastificante): Ammorbidente. Una sostanza aggiunta ai materiali per impartire flessibilità, lavorabilità e allungamento.

Plasticizer Migration (Migrazione del plastificante): Perdita di plastificante da un composto elastomerico che viene assorbito dall'adesivo. Il risultato è un ammorbidimento dell'adesivo fino alla perdita di adesione.

Plate Cylinder (Cilindro porta cliché): Il cilindro di una macchina da stampa sul quale è montato il cliché.

Pli-A-Print: Materiale flessibile impregnato di lattice adatto all'esposizione all'umidità.

Polyester (Poliestere): Un film forte con ottima resistenza all'umidità, ai solventi, agli oli e a molti altri prodotti chimici. Solitamente è trasparente.

Polyethylene (Polietilene): Un film estruso molto elastico con resistenza limitata alle temperature ma con buone proprietà di barriera antiumidità.

Polymer (Polimero): Una molecola complessa, relativamente grande, prodotta dalla reazione di un composto più semplice con se stesso. Si riferisce solitamente a resine organiche sintetizzate, ma può anche riferirsi a materiali naturali, quali amido, zucchero, cellulosa e gomma naturale.

Polymerization (Polimerizzazione): La reazione chimica da parte di un catalizzatore, calore, luce o radiazione a elettroni, nella quale molecole relativamente piccole si collegano per formare una macromolecola.

Polypropylene (Polipropilene): Una plastica poliolefinica simile nelle proprietà al polietilene ma che sopporta meglio le temperature elevate e ha una resistenza maggiore.

Polystyrene (Polistirene): Un termoplastico trasparente prodotto dalla polimerizzazione dello stirene. Le proprietà di isolamento elettrico del polistirene sono eccezionali e il materiale è poco sensibile all'umidità.

Polythene (Politene): Nome commerciale per il polietilene disponibile in film o in articoli personalizzati realizzati con uno stampo.

Porosity (Porosità): La densità di una superficie di applicazione, la proprietà di assorbimento dell'adesivo da parte di questa superficie.