Termini dalla I alla L

I

Stampa a impatto: Qualsiasi sistema di stampa in cui un microprocessore controllato porta un nastro a contatto con la superficie di stampa (matrice a punti) o la superficie di stampa a contatto con il nastro e il tamburo della stampante.

Impregnated Paper (Carta impregnata): Un termine generico per carte leggermente porose che sono o devono essere impregnate con soluzioni o composti di diversa tipologia. La resistenza alla trazione in condizioni di bagnato e il grado di resistenza alla stessa sono qualità importanti.

Impression Cylinder (Cilindro di stampa): Il cilindro della macchina da stampa che nella stampa diretta monta il cliché di stampa o nella stampa offset il blanket, contro il quale la carta acquisisce l'immagine.

Infra-Red (Infrarossi): Parte dello spettro elettromagnetico tra la gamma visibile e la gamma radar. Il calore radiante è in questa gamma e gli elementi riscaldanti a infrarossi sono ampiamente utilizzati nella termoformazione dei cliché.

Inhibitor (Inibitore): Una sostanza che rallenta la reazione chimica. Gli inibitori sono talvolta utilizzati in determinati adesivi per prolungarne la durata o la conservazione.

Initial Tack (Adesività iniziale): Gli adesivi solitamente hanno due fasi adesive: 1) Un'adesività iniziale nel momento in cui sono abbastanza appiccicosi da poter tenere insieme le parti; (2) Attivazione, il momento in cui hanno collegato le due parti in modo saldo.

Injection Blow Molding (Termoformazione a iniezione): Una procedura di stampaggio in cui una plastica ammorbidita dal calore è forzata da un cilindro in una cavità relativamente fredda che dà la forma desiderata all'articolo.

Ink Fountain (Calamaio): Nelle macchine da stampa, il dispositivo che immagazzina e fornisce inchiostro ai rulli inchiostratori.

Ink Jet (Getto d'inchiostro): Un metodo di stampa che utilizza inchiostro liquido proiettato una goccia alla volta contro un substrato.

Instron: Strumento di prova utilizzato per determinare i valori di trazione e di adesione.

IR: Infrared Scannable (Scansionabile a infrarossi)

J

Nessun termine

K

Kiss-Cut: Il kiss-cut è un metodo di fustellatura in cui la fustella taglia il materiale laminato e l'adesivo, interrompendosi prima di intaccare il liner. In questo processo viene spesso rimossa la matrice.

Knife Coating (Rivestimento mediante racla): Un metodo di rivestimento dell'adesivo. Si tratta di una lama regolabile montata sopra il cilindro pescante. L'adesivo è pompato dietro la lama e spinto sotto di essa.

Kraft: Una carta di pasta di legno solfatata.

L

Lacquer (Vernice): Una soluzione o sospensione di uno o più materiali in solventi volatili in grado di formare un film protettivo e/o decorativo o un film con proprietà superficiali speciali, dopo l'evaporazione dei solventi.

Laminate (Laminato): Un materiale in bobina formato da due o più materiali incollati insieme.

Lap Splice (Giunzione dei lembi): Una giunta effettuata mediante la sovrapposizione delle estremità.

Laser: Acronimo per amplificazione della luce mediante radiazione a emissione stimolata. Il laser è un raggio di luce intenso con una larghezza di banda molto ristretta in grado di produrre immagini elettroniche. Rende possibile il trattamento delle immagini mediante comando remoto da computer o trasmissione via fax.

Laser Printing (Stampa laser): Un processo elettrofotografico non a impatto. Utilizza un raggio laser per scansionare la superficie del tamburo e crea un'immagine latente che attrae il toner. Il toner viene quindi fuso e trasferito sulla superficie di stampa.

Latex (Lattice): Un'emulsione di particelle di gomma o resina dispersa in una sostanza acquosa; una dispersione naturale elastomerica sintetica a base acqua.

Latex Paper (Carta al lattice): Carta impregnata/saturata. Carta prodotta con due processi principali: 1) il lattice è incorporato nelle fibre nel battitoio per la formazione del foglio; 2) una bobina in carta assorbente è adeguatamente saturata con lattice. Le carte sono caratterizzate da solidità, resistenza alle pieghe, resistenza all'assorbimento di acqua, flessibilità, durata e resistenza all'abrasione.

Lay Flat (Planare): Un materiale adesivo con buone caratteristiche di planarità.

LCJ: Laser Copy™ Jet

LD: Bassa durabilità

Formazione di fili di adesivo: Si può osservare questo tipo di problema quando si sbobina un rotolo o durante l'applicazione finale. Quando si separa il frontale dal liner in un prodotto autoadesivo, l'adesivo può rimanere attaccato a entrambe le superfici. Se questo si verifica, l'adesivo si tende tra i due materiali formando dei fili. In un'applicazione finale, la formazione di fili può essere il risultato di una migrazione di plastificanti. In un rotolo di nastro, la formazione di fili può essere il risultato di un sistema di rilascio non adeguato.

Letterpress Printing (Stampa tipografica): Il processo di stampa nel quale l'inchiostro è applicato a una superficie da cliché o caratteri di stampa rigidi.

Lifting (Sollevamento): Fa riferimento alla condizione in cui un nastro si stacca da solo dalla superficie alla quale è stato applicato.

Liner Side (Lato del liner): In un rotolo, è il lato protetto dal liner di rilascio.

Luster (Brillantezza): Lucentezza di una finitura.