Close
Loading the player ...
Scarica dei certificati di conformità di Avery Dennison

Il resto del mondo

 

In alcune nazioni, il numero dei prodotti interessati dalla direttiva sta aumentando. L'UE e probabilmente altri aumenteranno l'elenco delle sostanze interessate. Molti Paesi stanno approvando delle leggi RoHS simili a quella presente nell'UE.

 

Corea del Sud.

La legge della Corea del Sud sul riciclo delle apparecchiature elettriche ed elettroniche e dei veicoli contiene limitazioni relative alle sostanze e ai valori di concentrazione massima (MCV) uguali a quelli della direttiva RoHS europea.  Esistono inoltre delle esenzioni simili a quelle previste dalla direttiva RoHS europea.  Tuttavia il numero dei prodotti interessati è più limitato rispetto a quello della direttiva RoHS europea e si limita a dieci tipi specifici di beni di consumo:

  • Condizionatori d'aria
  • Televisori
  • Frigoriferi
  • Lavatrici
  • Fotocopiatrici
  • Stampanti
  • Fax
  • Personal computer
  • Apparecchiature audio
  • Telefoni cellulari (comprese batterie e caricabatterie)

 

Turchia

La legislazione RoHS turca è entrata in vigore a luglio 2009.  I requisiti della Turchia sono allineati a quelli della direttiva RoHS europea.

 

Giappone

In Giappone, i fabbricanti e gli importatori di determinati tipi di apparecchiature elettroniche devono fornire informazioni su sei sostanze (le stesse interessate dalla direttiva RoHS europea).

  • I simboli del contenuto devono indicare se il tasso delle sostanze interessate contenuto rientra nel valore standard o lo supera.
  • Lo standard industriale giapponese JIS C 0950:2005 specifica i simboli da utilizzare per indicare la presenza di sostanze chimiche pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.

 

India

L'India ha delle disposizioni RoHS che sono entrate in vigore il 1° maggio 2014 ma l'implementazione e l'attuazione delle stesse non sono chiare.  Le disposizioni sono molto simili alla direttiva RoHS europea.

 

Eurasia

La Commissione economica eurasiatica (che comprende Russia, Kazakistan e Bielorussia) ha intrapreso una consultazione su una bozza di RoHS nel 2014.  La bozza include requisiti molto simili alla RoHS europea ma definiscono i prodotti in modo più stringente.