Close
Loading the player ...
Portfolio Avery Dennison® conforme alla norma BS 5609
Close
Loading the player ...
Etichettatura di Fusti

Etichettatura conforme alla norma BS 5609 Domande frequenti (FAQ)

BS5609-compliant-labelling

Trasporto di sostanze chimiche pericolose: perché sono state predisposte delle normative?

Le fuoriuscite di petrolio e le perdite di sostanze chimiche dai carichi sono ancora un argomento di attualità e molto discusso nell'ambito del trasporto di sostanze chimiche. L'implementazione di severe normative in materia di trasporti aiuta a salvaguardare la salute, la sicurezza e l'ambiente. Tali normative internazionali garantiscono che alle etichette e ai materiali per etichettatura siano applicati standard e requisiti ben definiti. Un'etichettatura diretta del contenitore, che identifichi la sostanza contenuta, è il primo elemento che evidenzia la presenza di una sostanza chimica pericolosa. Per risultare conformi alle normative è importante che il pericolo sia sempre visibile e facilmente riconoscibile dal professionista esperto che movimenta i materiali nel container chimico. Ciò vale anche quando il fusto o il container di sostanze chimiche è stato recuperato dal mare.
 

Che cos'è la certificazione "British Standard 5609" (BS 5609)?

Il British Standard 5609 è ampiamente riconosciuto come il protocollo di test più intensivo per le etichette stampate ed è inoltre comunemente considerato nell'industria dell'etichettatura come uno degli standard più elevati in fatto di durata delle etichette. Il BS 5609 stabilisce specifiche tecniche e protocolli di test per prevedere come si comporteranno le etichette autoadesive in condizioni marine. Lo standard, in quattro parti, comprende due sezioni tecniche:

  • La Sezione due copre il materiale di base dell'etichetta autoadesiva - la combinazione frontale/adesivo. Il materiale dell'etichetta viene immerso in acqua di mare per tre mesi e si valutano le prestazioni dell'etichetta una volta immersa.
  • La Sezione tre riguarda l'etichetta autoadesiva finita e stampata, inclusi gli inchiostri di stampa, i nastri e i sistemi applicati ai materiali certificati nella Sezione due. Le etichette stampate sono sottoposte a test per valutare l'effficacia di stampa, la leggibilità, la durata della stampa, la resistenza all'abrasione e alla degradazione dovuta a luce, nebbia salina e sabbia.


Come si classifica la BS 5609 nell'ambito del quadro normativo internazionale ed europeo?

Per comprendere lo standard BS 5609 e le sue origini, occorre osservare le due norme che ne stanno alla base: Il “Globally Harmonised System” (GHS) delle Nazioni Unite e l'“International Maritime Dangerous Goods Code” (IMDG) dell'Organizzazione marittima internazionale.

.Con l'adozione internazionale del GHS, le etichette devono contenere determinati elementi universali che comunichino avvertenze di pericolo, indicazioni di sicurezza e pittogrammi. Ciò per garantire un'adeguata movimentazione delle sostanza chimiche in tutto il mondo.

Il Codice IMDG è un sistema globale sviluppato dall'Organizzazione marittima internazionale per regolare il trasporto sicuro di merci pericolose per mare. L'IMDG richiede inoltre che le etichette di merci pericolose soddisfino determinati rquisiti di resistenza per sopportare le condizioni difficili imposte dal trasporto marittimo. In particolare, l'IMDG richiede che le etichette siano in grado di sopportare un'immersione di tre mesi in acqua di mare. La BS 5609 include questo test e stabilisce standard di durata per le etichette autoadesive stampate, utilizzate in ambienti marini.


 

Quali sono i requisiti di etichettatura per spedizioni secondo il GHS?

Il GHS è una direttiva generale per la classificazione delle sostanze chimiche. Regola anche i requisiti relativi a packaging ed all’etichettatura di tali sostanze.

Un'etichetta corretta secondo quanto stabilito dal GHS deve presentare i seguenti aspetti:

  • Pittogrammi di pericolo (con cornice rossa e forna romboidale)
  • Termini di avvertimento quali PERICOLO (DANGER) o ATTENZIONE (WARNING)
  • Indicazioni di pericolo (H-statements)
  • Indicazioni precauzionali (P-statements)
  • Codice identificativo del prodotto (nome, n. CAS, ecc.)
  • Dati identificativi del fornitore e informazioni di contatto


Quali sono i requisiti di etichettatura per spedizioni secondo il Codice IMDG?

Il codice IMDG per il trasporto internazionale via mare di merci pericolose è la guida per tutti gli aspetti legati alla movimentazione di sostanze pericolose e agenti inquinanti marini nel trasporto marittimo. Il Codice IMDG così come modificato originariamente è stato raccomandato ai vari Governi come base per le normative nazionali. Dopo essere stato sottoposto ad alcune modifiche, il Codice è ora obbligatorio. Delinea indicazioni dettagliate per singole sostanze, singoli materiali e articoli: buone pratiche operative, inclusi consigli circa la terminologia, il packaging e l'etichettatura: stivaggio, segregazione e manipolazione: nonché le azioni da intraprendere a seguito di eventuali emergenze. 1

Ponendo una particolare attenzione sull'etichettatura, l'IMDG classifica le sostanze pericolose in base alle loro proprietà per stabilire come devono essere maneggiate, imballate, caricate, trasportate, scaricate e riposte. L'obiettivo è quello di ridurre al minimo i danni all’ambiente e alla salute in caso di perdita o di danneggiamento di container di sostanze chimiche in mare: se un container chimico giunge a riva, la sua etichetta certificata BS 5609 rimarrà intatta per comunicare informazioni fondamentali su come gestire i contenuti.

Nell'ambito dell'IMDG, le sostanze chimiche sono classificate secondo il sistema di classificazione IMO. Vi sono 9 classificazioni, ciascuna delle quali richiede la propria etichetta bicolore a forma di rombo.
Oltre a essere classificata correttamente, l'etichetta deve essere sempre leggibile. Sia il GHS che l'IMDG richiedono che le etichette siano in grado di sopportare le condizioni ambientali estreme che potrebbe presentare un trasporto marittimo, quali la resistenza all'acqua marina e l'esposizione alla luce solare.

Anche quando il fusto/container è immerso in acqua, l'etichetta deve essere leggibile:

“...le etichette identificative applicate su fusti contenenti sostanze pericolose devono fare in modo che le informazioni riportate siano ancora leggibili su contenitori che siano stati esposti ad almeno tre mesi di immersione in mare”.

Codice IMDG Capitolo 5.2 Etichettatura di confezioni comprendenti la Norma 7 IBC
per le etichette (5.2.2.2.1.7)


Per soddisfare i requisiti di GHS e IMDG, la British Standards Institution ha sviluppato il protocollo di test del British Standard 5609 (BS 5609). Inoltre, la conformità alla norma BS 5609 è talvolta richiesta dai trasformatori di etichette o dagli utenti finali per realizzare etichette estremamente durevoli, anche quando la spedizione non avverrà via mare.

1. Fonte: Codice IMDG