Avery Dennison lancia una nuova technologia di etichettatura per incrementare il rendimento dei processi di riciclo del vetro

glass_recycling_image-700x300

OEGSTGEEST, Paesi Bassi — 6 ottobre 2015 — In occasione di Labelexpo Europe 2015, che si è tenuto a Bruxelles dal 29 settembre al 2 ottobre, Avery Dennison ha presentato una nuova tecnologia di etichettatura di sua proprietà che consente una separazione netta delle etichette autoadesive dalle parti in vetro, facilitando così il recupero di vetro pulito.

La rimozione di etichette autoadesive da bottiglie di vetro monouso può essere problematica durante il processo di riciclo del vetro, avendo un impatto negativo sulla qualità e la disponibilità del materiale riciclato. I prodotti Glass Recycling di Avery Dennison impiegano una tecnologia autoadesiva che aiuta a risolvere questi problemi, mantenendo al tempo stesso l'attrattiva sullo scaffale.

“Avery Dennison è consapevole del fatto che il riciclaggio è uno degli elementi chiave del packaging sostenibile”, commenta Vladimir Tyulpin, business development e product manager presso Avery Dennison Materials Group Europe.

“I proprietari di marchi si impegnano a rendere i loro packaging più sostenibili e a contribuire a un'economia circolare. Tali iniziative sono importanti e possono anche aiutare le aziende a distinguersi dalla concorrenza con una percezione positiva del valore del marchio.”

I materiali della linea Glass Recycling di Avery Dennison impiegano un adesivo unico "disattivabile", che è stato progettato per facilitare la rimozione dell'etichetta dalla superficie della bottiglia nel processo di riciclo del vetro. Questo adesivo si "disattiva" durante il processo di riciclo facilitando una separazione netta e pulita dell'etichetta dal vetro stesso. Il passaggio a questo nuovo materiale per etichettatura è semplice per i trasformatori e per i proprietari dei marchi e non richiede alcun investimento in nuovi macchinari né alcuna modifica ai procedimenti esistenti.

Notevoli incrementi di sostenibilità

Nelle bottiglie monouso, il vetro riciclabile può essere contaminato da residui indesiderati dell’etichetta: fino al 74% del materiale dell'etichetta può arrivare a contaminare il flusso di riciclo. Inoltre, per ciascuna tonnellata di frammenti di vetro, fino a 40 kg possono finire in discarica se non vengono separati nettamente dal materiale dell'etichetta.

Rispetto alle soluzioni autoadesive esistenti, la gamma Glass Recycling di Avery Dennison può consentire ridurre il quantitativo di vetro diretto in discarica fino a 1,5 kg per tonnellata (rispetto a 40 kg), e può limitare la contaminazione dovuta a frammenti di etichette fino al 2% (rispetto a una percentuale che può arrivare fino al 74%).